3 novembre 2018 Centro Cuore Morgagni Pedara (CT)
Evento formativo dell’area cardiochirurgia ANMCO

Sabato 3 Novembre 2018, si è svolto, presso il Centro Cuore Morgagni di Pedara (CT), l’evento formativo “ Valvulopatie oggi”, promosso dall’Area Cardiochirurgia dell’ ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri), Responsabile Scientifico il dr Leonardo Patané, Chairperson dell’Area.

Al convegno erano presenti oltre cento fra cardiologi e cardiochirurghi dell’Isola e Nazionali che hanno messo a fuoco il tema delle Valvulopatie, patologia sempre più diffusa ed attuale.

Hanno partecipato  il Presidente Nazionale ANMCO Dr Domenico Gabrielli, il Presidente del Centro Studi ANMCO e Fondazione “Per il tuo cuore”, Dr Michele Gulizia, la dottssa Giovanna Geraci, Presidente Regionale ANMCO, il Prof Corrado Tamburino, Direttore della Scuola di Specializzazione in Cardiologia dell’Università di Catania, il Prof Scipione Carerj, Docente di Cardiologia all’Università di Messina, i Cardiochirurghi dell’Area Nazionale ANMCO provenienti da Milano, Brescia, Bologna, Ancona, Roma, Napoli.

Il programma scientifico è stato introdotto dal Dott. Leonardo Patanè, Cardiochirurgo del Centro Cuore Morgagni, che ha individuato nella corretta indicazione terapeutica l’obiettivo primario dell’incontro scientifico, punto essenziale nel processo di cura  del paziente, primo passo verso  quei buoni risultati a cui tutti (medici e pazienti) aspirano. Una precisa e tempestiva indicazione è il migliore inizio per ottenere un buon risultato. Le  linee guida internazionali danno sempre maggiore importanza  all’Heart Team, riunione e confronto dei vari specialisti ( cardiologi, emodinamisti, specialisti di imaging, cardiochirurghi, anestesisti, rianimatori, internisti, infettivologi, geriatri…..) che ruotano attorno al malato cardiopatico. Heart Team che al Centro Cuore  esiste da sempre  ed il cui ruolo assume un’importanza crescente per prendere  decisioni condivise. Il medico moderno deve  essere capace di individualizzare le cure che vanno “ritagliate” addosso al malato, come un abito sartoriale.

I lavori sono stati aperti dal Prof Sergio Castorina, Presidente del Policlinico Morgagni.

Il programma, articolato in 5 sessioni, ha visto la presentazione di casi clinici ‘reali’ di patologie cardiache di frequente riscontro e spesso di non evidente soluzione: Insufficienza mitralica severa asintomatica da prolasso, Insufficienza mitralica funzionale, Insufficienza tricuspidalica secondaria, Stenosi aortica severa nell’anziano, Endocardite infettiva. A seguire le  diverse possibili soluzioni terapeutiche, che hanno stimolato un ampio confronto tra le diverse figure professionali: cardiologi clinici, ecocardiografisti, emodinamisti e cardiochirurghi. Ogni sessione si è chiusa con un ‘take home message’ condiviso.

La riunione scientifica ha dunque rappresentato un vero e proprio Heart Team condiviso con tutti i partecipanti.

L’evento si è svolto  in occasione del 25° anno di attività del Centro Cuore Morgagni. L’impegno costante di “Professionisti del cuore”  ha permesso di realizzare in questo arco di tempo oltre 28.000 interventi di Chirurgia Cardiaca e di Chirurgia Vascolare maggiore, ed oltre 52.000 procedure in Emodinamica, facendo del Centro Cuore un punto di riferimento territoriale per la diagnosi e la cura delle patologie acute e croniche cardiache (coronariche, valvolari, aritmiche) e vascolari.

Tale impegno continua e si rafforza nell’ambito delle nuove tecniche di Cardiologia Interventistica, in particolare, con il trattamento percutaneo della stenosi aortica (TAVI) e dell’insufficienza mitralica (Mitraclip).